84
77

Castelfranco Veneto Vs Pallacanestro Limena

25-13, 44-32; 68-55

NOTE - Tiri da 3 punti: Castelfranco Veneto (Saccà 3, White 2, Alessio 2, Miatello), Pallacanestro Limena (Lazzarini 2, Pressanto, Lissandron, Nanti). Falli antisportivi: Castelfranco 1, Limena 1. Falli tecnici: Limena 5

1o arbitro: Secchieri Diego di Venezia (VE)
2o arbitro: Rizzo Marco di Spinea (VE)

Castelfranco Veneto

84

Pallacanestro Limena

77

24/38
63%
36
pts
18
8/22
36%
22/24
92%
40
pts
20
15
pts
5
Booking.com
15 Feb, PALESTRA I.P.S.I.A. - Via Avenale 7 CASTELFRANCO VENETO (TV)

AUTORE: Riky PlayBasket

Sfida importantissima per il Felmac per riprendere la corsa verso i playoff ed allontanarsi dalle zone basse della classifica.
Ci portiamo addosso i cerotti della scorsa gara in casa, Sandrin out per distorsione caviglia, capitan Nanti rientra dopo l'attacco influenzale.
Coach Anselmi ha arruolato anche Lissandron per questa sfida, non siamo al top della forma ma venderemo cara la pelle, speriamo sempre di essere noi gli artefici del nostro destino nel bene e nel male e di non essere alla mercé dei due in grigio.
Queste sono le parole che ho scritto nel pre-gara, e sono state profetiche, c’era da aspettarselo dopo le giustissime contestazioni durante, e dopo la gara interna con Mirano, avvalorate dal video, che purtroppo non vale a nulla come prova, aspettarsi un arbitraggio del genere fa gridare allo SCANDALO!
Iniziamo la nostra cronaca ignari di ciò che ci aspetta, subito con tripla e contro tripla, Sacca e Lazzarini, partita equilibratissima , 9-9, dopo 3’ di gioco.
A giudicare dai fischi arbitrali, stasera finiremo tardi, stanno fischiando anche l'intenzione di fallo.
I due non stanno applicando lo stesso metro, 7-2 i falli, molto evidente la cosa abbiamo continuamente le mani addosso spinte plateali e nessun fischio, lo fanno i nostri e scatta subito il fallo, approfittano i padroni di casa che si portano sul 20-11, 2:23.
Time out Felmac che prova ad interrompere la fuga di Castelfranco.
Fa l’esordio in campo il nostro Lissandron, convocato per sostituire l’infortunato Sandrin, in campo per uno spento de Nicolao.
Niente da fare non possiamo giocare, arriviamo al bonus a 25" dalla sirena, Nanti mette un solo tiro da fuori dopo 5' di digiuno.
Il quarto termina 25-13, ( 4-16 i falli ).
I padroni di casa sono galvanizzati noi stentiamo a ritrovarci, i giocatori cercano di reagire ma ogni volta che tentiamo di rialzare la testa i grigi si inventano qualcosa, non temo smentite ma stanno rovinando questo sport, perlomeno a questi livelli.
Ecco il primo tecnico su rimessa, Nanti fermo in mezzo all’area per un blocco viene fatto volare via da un avversario, sacrosanto sfondamento di un blocco, arbitro davanti all’azione e non fischia, è bastato che coach Anselmi aprisse le braccia e subito tecnico alla panchina.
Bruttissimo non riusciamo a giocare verrebbe voglia di ritirare la squadra , proviamo e riproviamo ma niente da fare ormai ci hanno doppiato 34-15, 6:45.
Che sia chiaro non è un arbitraggio a favore degli avversari, ma vengono applicati 2 metri diversi, la partita è bella, onesta e ben combattuta, nessuno screzio tra giocatori, nulla di nulla, una vera partita di basket!
Il Felmac si sta spegnendo, la partita ormai è andata i grigi hanno vinto ancora, e sono per l’ennesima volta artefici del nostro destino!
Siamo a metà del secondo quarto ed ecco il 4° fallo di de Nicolao 5:10, 38-20, che si accomoda in panchina.
Limena a zona nella speranza di contenere i falli ma il rapporto è 1/4, dei falli fischiati.
Timeout Castelfranco 4:06.
Siamo all'incredibile fallo di sfondamento su Properzi l'arbitro, invece di fischiare richiama per eccessiva caduta, ci sono giocatori che non hanno nel DNA queste astuzie e Marco è uno di questi, e subire questi richiami gratuiti la dice lunga sull'imparzialità grigia.
Nonostante tutto abbiamo lottato, abbiamo cercato di assecondare l’arbitraggio e siamo riusciti a impattare il quarto 44-32, e fermare la fuga.
Abbiamo una situazione falli molto critica, sarà dura arrivare fino alla fine, Lissandron dovrà fare gli straordinari, visto che de Nicolao ha già 4 falli al suo attivo.
La zona ha pagato ma dobbiamo farci più convinti in attacco, nonostante tutto siamo ancora in partita, e questo fa molto male perché siamo sempre penalizzati, poi non riusciamo a reagire e ci abbattiamo ancora di più.
Al rientro sguardi bassi per Limena mentre i Trevigiani sono caricatissimi.
Fasi iniziali piene di errori da ambo le parti, il primo canestro dopo 2’ di gioco su tiro libero, 45-32.
I nostri alfieri reagiscono e piazzano un mini break chiuso da una tripla di Lazzarini per il 48-40, a metà del quarto.
Troppi errori in attacco Limena, e non sa approfittare degli errori avversari, per tentare il riaggancio 57-48, 3:00.
Altro tecnico per aver allargato le braccia a Lazzarini su uno sfondamento ovviamente non fischiato, ringrazia Castelfranco che si riporta dal -9 a +13, grazie ai grigi.
Lo stesso metro non è applicato su Cimador e White quando allargano le braccia dopo un fallo fischiato, la cosa si evidenzia molto di più quando ciò accade a poca distanza temporale.
Incredibile vedere in campo gli avversari consolare i nostri giocatori, questo mi consola perché credevo di aver perso la mia proverbiale obiettività.
I grigi hanno fermato l'inerzia limenese con belle invenzioni, il quarto si chiude 68-55, ancora in sostanziale parità il parziale, per ora il vantaggio dei padroni di casa è quello accumulato nel primo quarto.
Buona partenza Felmac che si porta a -8, ruba palla in attacco con 2 punti e nuova palla recuperata, 68-62, sbaglia la tripla Nanti del -3, ma le piazza nell’azione successiva, 68-65, l’inerzia è tutta nostra, partita riaperta, 5:55.
Eccola, ci siamo avvicinati troppo, l'invenzione sempre del solito arbitro, ennesimo tecnico, questa volta a Pressanto, ruba palla in un contrasto, fischio guarda l’arbitro, girandosi con palla in mano per capire cosa aveva fischiato e nello stupore generale fallo tecnico, ma non si sa il motivo, 70-65.
Troppo grossa l'ha fatta e compensa subito con un antisportivo su de Nicolao in entrata.
Tripla di White lascito troppo libero e ancora +6 per i padroni di casa, 4:13.
Esce il capitano per 5 falli a 3’ dal termine, 77-71, su sfondamento a meta campo non fischiato, e l’arbitro si giustifica dicendo che si vedeva che lo stavi aspettando per questo ti ho fischiato fallo!
Lascio ai competenti di basket il commento!
Ennesima invenzione, Sacco finge di aver ricevuto una gomitata e l'unico che ci casca è l'arbitro che commina anche un tecnico a Peruzzo ,anche lui fuori per 5 falli.
Per Peruzzo primo tecnico in carriera e tutti sanno fino a che livelli ha giocato!
Ogni volta che ci avviciniamo troppo i grigi e inventano qualcosa.
Siamo ancora a -3 con Properzi dalla lunetta. 1:40.
Ecco la pietra che mette la parola fine, ed alla vittoria grigia, Properzi tenta la stoppata e gli viene comminato antisportivo, siamo sul 82-77, 35" ora sono 2 liberi più possesso, troppo evidente per non essere notata la cosa, Limena perde la sfida grazie, alla somma di tutti i tecnici e antisportivi comminati dai due in grigio, poi non mi vengano a dire che gli arbitri non condizionano le partite.
Alla sirena 84-77, peccato che nessuno abbia ripreso la partita e per la mancanza del commissario ( io non l’ho visto).
L’esito della gara nonostante tutto siamo riusciti a tenerlo in bilico fino alla fine, Limena avrebbe probabilmente vinto la sfida senza tutte le invenzioni grigie, e pensare che una partita più corretta di così non si poteva vedere, non riporto le esternazioni arbitrali a fine gara perché sarebbero da radiazione (per loro) e sarebbe la loro parola contro la nostra, prendiamo atto che solo loro possono scrivere un nero su bianco che vale qualcosa di ufficiale, noi povere società nulla possiamo, anzi dobbiamo solo pagare errori altrui con multe e multe, perché nemmeno protestare possiamo, il sistema è troppo sbilanciato e garantista, un arbitro è un giudice in campo e come tale ha l’obbligo di applicare il regolamento senza interpretarlo a piacimento, chi non è in grado di fare questo per favore fategli fare altro, per non rovinare la passione che ci mettiamo per questo sport.
Mauro Sandon

AUTORE: Redazione PlayBasket

Una bella Io Master si impone su Limena, salvezza più vicina.
Ancora un successo per Castelfranco, che supera Limena al termine di un match emozionante e mai scontato, e porta a casa altri due punti che avvicinano ulteriormente i rossoblù all'obiettivo salvezza fissato ad inizio stagione. Si parte subito con una bomba di Saccà, a cui però Limena replica con un 7-0. È un avvio equilibrato (10-11 al 5'), ma quando i padroni di casa stringono qualche vite in difesa arriva il primo break: Cimador (10 punti nel primo quarto) e lo stesso Saccà (9) costruiscono un 15-0 nella seconda parte della frazione, interrotto solo dal canestro di Nanti sulla sirena per il 25-13 della prima pausa. Limena però è in rottura prolungata, tra il 5' e il 14' realizza quell'unico canestro dal campo e 6 punti complessivi, tutti di Nanti, e così White ne approfitta per firmare in zingarata il massimo vantaggio dei locali sul +21 (38-17). Qui finalmente gli ospiti si sbloccano con un mini-break di 7-0; rispondono Saccà e Alessio da fuori, ma la Felmac arriva all'intervallo con un altro 8-0, che le consente di tornare sul -12 (44-32) all'intervallo lungo. Al rientro i padovani si dimostrano più precisi nel tiro da fuori rispetto al primo tempo, e Lazzarini firma il -8 (48-40 al 25'). L'Io Master spreca qualcosa dalla lunetta (5/10 nella terza frazione), ma rimane comunque a distanza di sicurezza, con Saccà autore della bomba del +13 sulla penultima sirena. Anche Pressanto però ha scaldato la mano dall'altra parte, e per la prima volta Limena torna a -6. Castelfranco invece perde alcuni palloni banali, e così Nanti trova anche il canestro pesante del -3 (68-65 al 34'). Poco dopo White sblocca i suoi con una tripla importante, e poi ancora Saccà (autore alla fine di 32 punti con 13 falli subiti) ripristina le distanze dalla lunetta: 78-71 quando mancano 3'. Non è ancora finita: il 4/4 ai liberi di Properzi restituisce il -3 a due giri d'orologio dalla sirena, ma qui c'è un bel tap-in offensivo di Marcon, che poi si ripete con il canestro dell'82-77, che a un solo minuto dalla fine significa partita in ghiaccio.
A.P. Castelfranco - Ufficio Stampa
# Castelfranco Veneto Pts TL TL% T2 T2% T3 T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
  Alessio Matteo
play'90
8 - - - - - - - - - - - - - - -
  Bernardo Matteo
ala forte'94
- - - - - - - - - - - - - - -
  Cimador Fabio
ala piccola'91
20 - - - - - - - - - - - - - - -
  Marcon Michele
centro'93
7 - - - - - - - - - - - - - - -
  Mazzariol Giacomo
playU17
- - - - - - - - - - - - - - -
  Mc Cray Harry Lee Jr.
guardia'89
2 - - - - - - - - - - - - - - -
  Miatello Nevio
guardia'85
3 - - - - - - - - - - - - - - -
  Saccà Alessandro
ala piccola'86
32 - - - - - - - - - - - - - - -
  Scapin Alberto
centro'85
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  Stradiotto Riccardo
play'91
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  Visentin Stephen
ala piccola'93
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  White Jeremy
play'90
12 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale84 - - - - - - - - - - - - - - -
# Pallacanestro Limena Pts TL TL% T2 T2% T3 T3% RD RO Ff Fs PR PP Ass St Min
  Bozzolan Denis
play'95
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  Carlotto Mattia
ala forte'89
3 - - - - - - - - - - - - - - -
  Cavinato Luca
centro'94
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  De Nicolao Giovanni
playU19
8 - - - - - - - - - - - - - - -
  Fantin Gabriele
playU17
0 - - - - - - - - - - - - - - -
  Lazzarini Corrado
play'89
14 - - - - - - - - - - - - - - -
  Lissandron Alberto
Playmaker'84
3 - - - - - - - - - - - - - - -
  Nanti Nicola
guardia'82
11 - - - - - - - - - - - - - - -
  Peruzzo Federico
centro'75
8 - - - - - - - - - - - - - - -
  Pressanto Francesco
play'83
18 - - - - - - - - - - - - - - -
  Properzi Marco
centro'89
12 - - - - - - - - - - - - - - -
  Zaramella Valentino
centro'95
0 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale77 - - - - - - - - - - - - - - -
Trovaci anche su:
Playbasket.it su Facebook Playbasket.it su Twitter Playbasket.it su Youtube
Passa alla versione desktop